Vous l’avez sans doute déjà repéré : sur la plateforme OpenEdition Books, une nouvelle interface vient d’être mise en ligne.
En cas d’anomalies au cours de votre navigation, vous pouvez nous les signaler par mail à l’adresse feedback[at]openedition[point]org.

Accueil Catalogue de 12498 livres Éditeurs Auteurs

Ressources numériques en sciences humaines et sociales

OpenEdition

Nos plateformes

OpenEdition Books OpenEdition Journals Hypothèses Calenda

Bibliothèques

OpenEdition Freemium

Suivez-nous

Newsletter

"...M. Kaplan, M. Kaplan... s'il vous plaît...". 

C'est pour envoyer un télégramme à sa mère que M. Thornhill (Cary Grant) se lève, au moment où le nom de Kaplan est entendu au Oak's Bar de l'hôtel Plaza à New York, ce qui va plonger le personnage dans l'énigme autour de laquelle se développe le film d'Alfred Hitchcock.
 Mais Kaplan est un agent secret qui n'existe pas, et les Edizioni Kaplan ne cherchent pas à donner un visage à ce personnage inventé, mais à offrir un espace à des interprétations, des lectures, des visions du cinéma et de films parfois méconnus ou ignorés. 
Des traductions de classiques de la théorie et de la critique cinématographiques, des études sur des réalisateurs isolés ou oubliés, des analyses d'acteurs et de films, même célèbres, mais réinterprétés, vont dans ce sens.

Pagine girate

Nuovo cinema Pirandello

Anton Giulio Mancino

2023

Adattare o piuttosto “disadattare” Pirandello? Su questa seconda possibilità si orienta questo libro sin dal titolo, Pagine girate, nel doppio senso di “voltare pagina” e “girare” ex novo con la macchina da presa le celebri “pagine” narrative e sceniche pirandelliane. Per oltre un secolo, infatti, la galassia dell’audiovisivo è incorsa nel fraintendimento della fedeltà all’originale che il concetto di “adattamento” alimenta, a differenza del “disadattamento”, che invece rende coerenti e sosten...

Lire plus

Sigle di serie TV

Alessandro Amanducci (dir.)

2023

Le sigle delle serie TV realizzate dagli anni Duemila in poi si configurano come brevi opere autonome dove l’osmosi fra linguaggi sperimentali audiovisivi del passato e innovative estetiche digitali crea affascinanti ibridi autoriali, in grado di condensare in pochi secondi la serie TV di riferimento e di conferirle un’identità riconoscibile. Il libro presenta, analizzando nel dettaglio le opere più esemplari, alcuni degli autori più significativi di questo nuovo genere audiovisivo.

...

Sulle rovine del teatro ipse Actor

Carmelo Bene tra teatro e cinema dal 1964 al 1972. Alcune ipotesi esegetiche su Capricci e Salomè

Gigi Livio

2022

Questo libro mostra con una certa evidenza, e fin dal sottotitolo, l’intenzione dell’autore di tornare a puntare i riflettori sul linguaggio della scena del primo periodo dell’operatività artistica di Carmelo Bene. Troppi lavori, egli ancora in vita e dopo la morte, sono state concepiti con l’intenzione di esaltare l’epoca successiva della sua elaborazione attorico-registica e troppo, a parere dell’autore di queste note, si è insistito sulla poetica in sé – con l’intenzione non sempre implicit...

Lire plus

Fashion Film

Nuove visioni della moda

Alessandro Amaducci et Eleonora Manca

2021

I fashion film sono un nuovo genere audiovisivo in grado di generare una visione innovativa della moda, miscelando linguaggi di ricerca come le avanguardie artistiche, il cinema sperimentale e la videoarte, con esigenze di mercato. In questo libro gli autori tracciano una mappa delle produzioni più radicali dal punto di vista estetico, individuando esperienze autoriali di particolare rilievo.

Screendance

Sperimentazioni visive intorno al corpo tra film, video e computer grafica

Alessandro Amnaducci

2020

L’incontro fra la danza classica, moderna contemporanea e il mondo dell’immagine in movimento produce la nascita di un genere, la Screendance, nella quale i due ambiti sono indissolubilmente legati per sperimentare il rapporto fra corpo, immagine e movimento. In questo libro non si parla di musical, ma di opere realizzate in pellicola, in video, in digitale e in animazione sia tradizionale che digitale, che utilizzano la danza per creare un linguaggio audiovisivo innovativo che spazia dall’ast...

Lire plus

Visioni della Grande guerra Volume I

Immagini sopravvissute, ritrovate, riutilizzate

Alessandro Faccioli

2020

Buona parte dei filmati italiani girati durante la Grande guerra è andata perduta. L’impatto che abbiamo con le immagini superstiti, spesso sbriciolate in nuovi contenitori filmici che poco hanno a che vedere con gli “originali”, è lo stesso di quando ci troviamo di fronte a un edificio o a un monumento tardo-medioevale costruito con pietre dell’antichità: spostate, riutilizzate, ricombinate. Ne intuiamo la provenienza ma stentiamo a immaginarci la forma dell’antica costruzione da cui provengo...

Lire plus

De la photogénie du réel à la théorie d’un cinéma au-delà du réel : l’archipel Jean Epstein...

Chiara Tognolotti et Laura Vichi

2020

Ce livre vise à tracer - en guise de fil d'Ariane - une cartographie de la théorie et de la pratique du cinéma de Jean Epstein à partir de sa relation avec l'idée de réel dans son évolution, en tenant compte des contextes culturels qui ont pu l'influencer. Dès le lendemain de la première guerre mondiale, nombre de réfle­xions d'ordre esthétique apparaissent autour du réel cinématographique, no­tamment du cinéma de non-fiction. Epstein, comme Ricciotto Canudo, Émile Vuillermoz, Louis Delluc et ...

Lire plus

Antologia critica della videoarte italiana 2010-2020

Piero Deggiovanni

2019

Presentando una selezione dei principali autori della videoarte italiana – quelli che, a nostro avviso, hanno contribuito in modo originale allo sviluppo del linguaggio video in questo Paese negli ultimi dieci anni – questo libro si propone di rilanciare la questione metodologica relativa alla videoarte facendo ritornare questa forma espressiva nell’alveo che le è proprio: l’arte contemporanea. Esistono numerosissimi studi sui decenni trascorsi e anche una sorta di nostalgia per l’epoca dello ...

Lire plus

Il destino impresso

Per una teoria della destinalità del cinema

Bruno Surace

2019

Esiste un nesso fra i film che guardiamo e il modo in cui diamo senso a noi stessi e al nostro abitare il mondo? In che modo le storie sul grande schermo ci aiutano a rifuggire l’horror vacui? Se il cinema veicola un’idea di destino, se guardando i film ci rimane un destino impresso, si possono pensare dei metodi per capire come effettivamente si attua un procedimento tanto delicato ed essenziale? Attraverso una metodologia sfaccettata, che integra semiotica, film philosophy e storia del cinem...

Lire plus

Lost Landscapes

Il cinema amatoriale e la città

Paolo Simoni

2018

Lost Landscapes offre un viaggio nel tempo e nello spazio attraverso immagini d’archivio che arricchiscono il panorama dei media digitali. Grazie al lavoro e all’interpretazione di studiosi, curatori, artisti e filmmaker, dalla ricca e varia produzione del cinema amatoriale del Novecento riemergono sguardi familiari e stranianti allo stesso tempo. Il libro presenta il caso di Bologna, città filmata dai suoi abitanti tra gli anni ’50 e ’80 e oggi esplorata attraverso le immagini inedite raccolt...

Lire plus

Pagine girate

Nuovo cinema Pirandello

Anton Giulio Mancino

2023

Adattare o piuttosto “disadattare” Pirandello? Su questa seconda possibilità si orienta questo libro sin dal titolo, Pagine girate, nel doppio senso...

Lire plus

Sigle di serie TV

Alessandro Amanducci (dir.)

2023

Le sigle delle serie TV realizzate dagli anni Duemila in poi si configurano come brevi opere autonome dove l’osmosi fra linguaggi sperimentali audio...

Lire plus

Sulle rovine del teatro ipse Actor

Carmelo Bene tra teatro e cinema dal 1964 al 1972. Alcune ipotesi esegetiche su Capricci e Salomè

Gigi Livio

2022

Questo libro mostra con una certa evidenza, e fin dal sottotitolo, l’intenzione dell’autore di tornare a puntare i riflettori sul linguaggio della s...

Lire plus

Fashion Film

Nuove visioni della moda

Alessandro Amaducci et Eleonora Manca

2021

I fashion film sono un nuovo genere audiovisivo in grado di generare una visione innovativa della moda, miscelando linguaggi di ricerca come le avan...

Lire plus

Screendance

Sperimentazioni visive intorno al corpo tra film, video e computer grafica

Alessandro Amnaducci

2020

L’incontro fra la danza classica, moderna contemporanea e il mondo dell’immagine in movimento produce la nascita di un genere, la Screendance, nella...

Lire plus

Visioni della Grande guerra Volume I

Immagini sopravvissute, ritrovate, riutilizzate

Alessandro Faccioli

2020

Buona parte dei filmati italiani girati durante la Grande guerra è andata perduta. L’impatto che abbiamo con le immagini superstiti, spesso sbriciol...

Lire plus

De la photogénie du réel à la théorie d’un cinéma au-delà du réel : l’archipel Jean Epstein

Chiara Tognolotti et Laura Vichi

2020

Ce livre vise à tracer - en guise de fil d'Ariane - une cartographie de la théorie et de la pratique du cinéma de Jean Epstein à partir de sa relati...

Lire plus

Antologia critica della videoarte italiana 2010-2020

Piero Deggiovanni

2019

Presentando una selezione dei principali autori della videoarte italiana – quelli che, a nostro avviso, hanno contribuito in modo originale allo svi...

Lire plus

Il destino impresso

Per una teoria della destinalità del cinema

Bruno Surace

2019

Esiste un nesso fra i film che guardiamo e il modo in cui diamo senso a noi stessi e al nostro abitare il mondo? In che modo le storie sul grande sc...

Lire plus

Lost Landscapes

Il cinema amatoriale e la città

Paolo Simoni

2018

Lost Landscapes offre un viaggio nel tempo e nello spazio attraverso immagini d’archivio che arricchiscono il panorama dei media digitali. Grazie al...

Lire plus

Racconti di corpi

Cinema, film, spettatori

Luca Malavasi

2009

I film sono straordinari dispositivi emozionali: ci attraggono e ci coinvolgono, ci toccano e ci fanno sperimentare passioni spesso laceranti, ci muovono dentro e al fianco dei personaggi sullo schermo, e ce ne fanno condividere la sorte e i sentimenti nella forma di un’esperienza di partecipazione che si prolunga ben oltre l’ultimo fotogramma.

All’incrocio tra semiotica e fenomenologia, il libro esplora le complesse dinamiche cognitive ed emotive al centro dell’esperienza cinematografica, r...

Lire plus

Music Video

Simone Arcagni et Alessandro Amaducci

2007

Il music video nasce da esigenze commerciali e deve spingere il linguaggio che adotta, non solo per stupire ma per adempiere un compito delicato: visualizzare la musica. Si pone all’incrocio tra commercial, cinema (musical, d’avanguardia, rock-movie, ma non solo), videoarte, e televisione. È una forma febbricitante, sempre in mutamento, sia nella ricerca estetica che nelle possibilità di ibridazione con altre forme di arte e di comunicazione audiovisiva.
 

One PM
1 / 2

Racconti di corpi

Cinema, film, spettatori

Luca Malavasi

2009

I film sono straordinari dispositivi emozionali: ci attraggono e ci coinvolgono, ci toccano e ci fanno sperimentare passioni spesso laceranti, ci mu...

Lire plus

Music Video

Simone Arcagni et Alessandro Amaducci

2007

Il music video nasce da esigenze commerciali e deve spingere il linguaggio che adotta, non solo per stupire ma per adempiere un compito delicato: vi...

Lire plus

La comunità “impossibile” di Georges Bataille

Da «Masses» ai «Difensori del male»

Marina Galletti

2008

Decifrando aspetti ancora scarsamente analizzati del pensiero e dell'opera di Bataille, e portando alla luce alcuni testi finora inediti (e dei quali si ignorava perfino l'esistenza, come Le Château, programma per una società utopica), Marina Galletti analizza l'evoluzione del senso di "comunità" sullo sfondo delle esperienze vissute da Bataille tra il 1933 e il 1945, anni nei quali egli giunge a elaborare una visione medita della letteratura. Il libro evidenzia inoltre la lucidità politica di...

Lire plus

L’immagine evocata

Narrazioni della voce nel cinema francese

Gabriele Anaclerio

2008

Confrontandosi direttamente con i film di Cocteau, Godard, Rohmer, Truffaut e altri maestri del cinema francese, questo libro indaga il rapporto “narrativo” tra immagine e suono. Con l’introduzione del concetto di voce “fuori quadro” – in un’accezione “spostata” rispetto agli apporti di Ejzenštejn e Aumont –, l’autore propone una tipologia narrativa “audiovisiva” e costruisce un originale modello di interpretazione del  binomio immagine-suono.

L’immagine spezzata

Il cinema di Claude Lanzmann

Ivelise Perniola

2007

Il cinema di Lanzmann non è solo il cinema della Shoah, dell’Olocausto, come ancora alcuni preferiscono denominare la più grande tragedia del ventesimo secolo, ma è una continua riflessione, un work in progress di carattere squisitamente intellettuale, sul potere del cinema, sui valori della libertà, della resistenza, della politica, della guerra e della strategia per la sopravvivenza; ognuna di queste tematiche si ripresenta di film in film (sia in Shoah che nelle opere dedicate alla delicata...

Lire plus

La comunità “impossibile” di Georges Bataille

Da «Masses» ai «Difensori del male»

Marina Galletti

2008

Decifrando aspetti ancora scarsamente analizzati del pensiero e dell'opera di Bataille, e portando alla luce alcuni testi finora inediti (e dei qual...

Lire plus

L’immagine evocata

Narrazioni della voce nel cinema francese

Gabriele Anaclerio

2008

Confrontandosi direttamente con i film di Cocteau, Godard, Rohmer, Truffaut e altri maestri del cinema francese, questo libro indaga il rapporto “na...

Lire plus

L’immagine spezzata

Il cinema di Claude Lanzmann

Ivelise Perniola

2007

Il cinema di Lanzmann non è solo il cinema della Shoah, dell’Olocausto, come ancora alcuni preferiscono denominare la più grande tragedia del ventes...

Lire plus

Il cinema che serve

Giorgio Bassani cinematografico

Federica Villa

2010

Questo libro nasce dal desiderio di ripercorrere un decennio di vita del cinema italiano, gli anni Cinquanta che, stretti tra il neorealismo e la modernità degli anni Sessanta, appaiono, a ogni rinnovato studio, un campo prezioso di esercizio per trascorrere dal vecchio al nuovo, dalla tradizione a forme rinnovate per il nostro cinema. E studiando questo periodo si incontra Giorgio Bassani come uomo di cinema. Un aspetto, questo, sicuramente minore rispetto alla mai abbastanza celebrata person...

Lire plus

Il cinema che serve

Giorgio Bassani cinematografico

Federica Villa

2010

Questo libro nasce dal desiderio di ripercorrere un decennio di vita del cinema italiano, gli anni Cinquanta che, stretti tra il neorealismo e la mo...

Lire plus